Spesometro 2017

Quest’anno, come molti di voi sapranno, lo spesometro non avrà più cadenza annuale ma semestrale. Poi dal 2018 avrà cadenza addirittura trimestrale. Si tratta di un ulteriore adempimento che aggrava le imprese italiane di altra burocrazia e di una rete di imposizioni sempre più soffocanti e costose in termini di tempo e investimenti.

Oltre ad aver cambiato la cadenza di invio della comunicazione, che adesso si chiama “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute”, è stato anche completamente rivoluzionato il formato dati dei file per inviare le informazioni ad Agenzia Entrate. Tutto questo purtroppo è stato fatto in tempi troppo ristretti (l’ultima modifica è del 11 agosto 2017 con gran parte delle aziende di sviluppo software chiuse per ferie) costringendo noi sviluppatori di software e fornitori dei servizi necessari ad una corsa contro il tempo assolutamente folle e che sta mettendo a dura prova il nostro team di sviluppo.

Nonostante tutto questo, contiamo di riuscire a rilasciare lo Spesometro 2017 agli utenti del Gestionale Amica in tempi utili per poter fare le presentazioni. I tempi sono strettissimi per noi, e saranno giocoforza strettissimi anche per chi deve preparare i file da inviare. Come sempre cercheremo di darvi il maggior supporto possibile perchè l’adempimento sia portato a termine entro la nuova scadenza del 28/09/2017 e sia formalmente corretto.

Non siamo ancora in grado di dirvi esattamente il giorno di rilascio, seguiteci sui nostri canali, il Blog in primis, ma anche Facebook e Twitter per essere tempestivamente informati.

Stefano Gardini

Co-Fondatore e Amministratore di CIR 2000 e della linea di software gestionali Amica.

Sito Agenzia Entrate: area nuovo Spesometro temporaneamente chiusa

Stefano Gardini | 25 settembre 2017 | Fatturazione, Fisco e Tasse

Da sabato mattina noi sviluppatori e tutti gli utenti ci siamo trovati con una sorpresa: la sezione del nuovo Spesometro del sito dell’Agenzia delle Entrate è sospesa per manutenzione. La causa pare sia un grave malfunzionamento che di fatto permetteva a chiunque di accedere ad una serie di dati fiscali di qualsiasi contribuente di cui…
Leggi tutto

E’ disponibile il supporto per lo Spesometro 2017

Nicola Iarocci | 22 settembre 2017 | Contabilita, Fatturazione, Fisco e Tasse

Da ieri sera è disponibile l’ultimo aggiornamento di Amica 10 che, come annunciato, porta in dono il supporto per lo Spesometro 2017 (ora denominato “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute”). Sul nostro sito di supporto abbiamo anche rilasciato una Guida allo Spesometro 2017, che potete consultare per meglio orientarvi. Ecco come procedere per cominciare…
Leggi tutto


8 commenti su “Spesometro 2017”

    FRANCO GIACOMIN12 settembre 2017 / Rispondi

    Il mio commercialista mi chiede i dati per lo spesometro in .xml o .csv, un file per le fatture emesse e uno per le ricevute.

      Stefano Gardini13 settembre 2017 / Rispondi

      Qui sul blog c’è tutto spiegato:
      http://blog.gestionaleamica.com/spesometro-2017/

    Valentina21 settembre 2017 / Rispondi

    Buongiorno, mancano 7 giorni alla consegna dello spesometro, non si sa ancora nulla? Come dobbiamo fare?

      Stefano Gardini22 settembre 2017 / Rispondi

      Lo spesometro 2017 in Amica è disponibile dal 21 settembre pomeriggio alle 16 circa.

    sanitaria alpe22 settembre 2017 / Rispondi

    Il commercialista vuole i dati dello spesometro prima del 28/9.
    Ci sono aggiornamenti?

      Stefano Gardini22 settembre 2017 / Rispondi

      Lo spesometro 2017 in Amica è disponibile dal 21 settembre pomeriggio alle 16 circa.

    Sabina Bertona29 settembre 2017 / Rispondi

    Buongiorno,
    ho avuto un problema con le note di credito ricevute, ho dovuto modificare la tipologia da TD01 a TD04 manualmente, ho fatto degli errori in registrazione oppure è normale. Stesso problema con le fatture con spese esenti, fuori campo ecc..ho dovuto inserire manualmente i codice NATURA.

      Stefano Gardini3 ottobre 2017 / Rispondi

      Per il primo problema era presente nella prima versione dello spesometro, è stato risolto nelle successive. Il secondo invece dipende dal fatto che nelle causali di esenzione non avevi configurato le varie nature. Facendolo avrewti trovato tutto compilato correttamente.

Lascia un commento