Supporto per Dati di Pagamento nelle Fatture Elettroniche

Oggi abbiamo pubblicato la versione 2.12.01 di Amica 10 che introduce il supporto per l’esportazione dei Dati di Pagamento nelle Fatture Elettroniche. Di conseguenza abbiamo aggiornato le istruzioni per le Fatture Elettroniche aggiungendo il paragrafo “Pagamenti in Fattura Elettronica”, al quale vi rimandiamo per tutti i dettagli operativi. L’aggiornamento è opzionale, per scaricarlo potete andare alla pagina di Supporto alla voce “Download ultimo aggiornamento”.

Nicola Iarocci

Fondatore di CIR 2000. Microsoft MVP e MongoDB Master. Lead Programmer per il progetto Gestionale Amica. Sul suo sito personale scrive di programmazione e dintorni.

Fatturazione Elettronica 2017: si può aderire fino al 31 marzo

Stefano Gardini | 28 marzo 2017 | Fatturazione, Scadenze

La fatturazione elettronica sta prendendo piede in Italia. Da qualche anno è obbligatoria verso la pubblica amministrazione e da qualche mese è disponibile anche per le operazioni tra privati. Il Governo incentiva, e penso lo farà in modo sempre più stringente, le aziende che optano per l’uso della fatturazione elettronica, anche nelle transazioni tra privati.…
Leggi tutto

In arrivo un aggiornamento al formato della Fattura Elettronica PA

Nicola Iarocci | 12 maggio 2016 | Fatturazione

A partire dal 9 Maggio 2016 sono stati attivati nuovi controlli non bloccanti sulle fatture elettroniche inviate al Sistema di Interscambio (SdI) della Pubblica Amministrazione. Tali controlli diventeranno vincolanti solo a partire dal 1 Agosto 2016 (fonte). Diciamo che al momento le notifiche di “errore non bloccante” sono una informazione di servizio. Per il momento…
Leggi tutto


4 commenti su “Supporto per Dati di Pagamento nelle Fatture Elettroniche”

    roberto13 maggio 2015 / Rispondi

    vorrei delucidazioni sull’indicazione del pagamento del bollo virtuale da evidenziare nella fattura elettronica

      Stefano Gardini15 maggio 2015 / Rispondi

      L’imposta di Bollo virtuale su fatture, previa autorizzazione dell’Agenzia delle Entrate, consente ai contribuenti di assolvere in anticipo, tramite acconti bimestrali l’imposta dovuta. Dal 1° gennaio 2015, i contribuenti che scelgono di assolvere il pagamento dell’imposta di bollo in modo virtuale, sono tenuti a presentare una dichiarazione contenente il numero degli atti e documenti emessi, distinti per voce di tariffa, utilizzando il nuovo modello di autorizzazione. Si ricorda a tal proposito, che tale dichiarazione va presentata all’Agenzia delle Entrate, esclusivamente per via telematica, direttamente se in possesso del Pin per accedere ai servizi telematici Fisconline o Entratel, oppure, tramite intermediario autorizzato. Il nuovo modello bollo virtuale, va utilizzato anche per comunicare l’eventuale rinuncia all’autorizzazione che per rettificare e/o integrare una dichiarazione già presentata.

    LOREDANA24 febbraio 2016 / Rispondi

    Buongiorno,

    premesso che la nostra società emette fatture elettroniche per la pubblica amministrazione quindi con lo split payment, vorrei sapere come far quadrare i saldi dei mastrini clienti pubblici (dove le fatture riportano il totale iva inclusa) che non corrispondono con i saldi nello scadenziario (dove, correttamente, l’iva non viene calcolata).

    In attesa di un Vs. cortese riscontro porgo distinti saluti.

      Stefano Gardini24 febbraio 2016 / Rispondi

      In questo articolo sul blog scritto a suo tempo trovi tutte le informazioni su come gestire le registrazioni.

Lascia un commento